IL TECNICO DI CONDUZIONE DI STRUTTURE SOCIO-ASSISTENZIALI

 
 

TECNICO DI CONDUZIONE DI STRUTTURE SOCIO-ASSISTENZIALI

Il/La Tecnico/a di conduzione strutture socio assistenziali interviene nel processo di assistenza socio-sanitaria, gestendo e coordinando le strutture e le attività relative all’intero processo di messa a punto ed erogazione del servizio.

In tale ambito di operatività,  il/la Tecnico/a di conduzione strutture socio-assistenziali definisce le attività del servizio e i gruppi di lavoro; programma le turnazioni; supporta il personale nella risoluzione di problematiche; definisce i protocolli di verifica di efficacia e gradimento del servizio; supervisiona la reportistica relativa agli interventi effettuati.

Deve saper coordinare le attività delle strutture socio-assistenziali e valutare l’andamento del servizio socio-assistenziale

 

Dove lavora

 
Il tecnico di conduzione delle strutture socio assistenziali trova impiego nelle strutture RSA, in residenze socio-assistenziali e socio-sanitarie assistite per minori, anziani e disabili, servizi socio-assistenziali e case di riposo.
 

Conoscenze

 
Deve acquisire elementi su normative di gestione dei servizi socio-assistenziali, nozioni di politiche sociale sanitarie, caratteristiche dei servizi socio-assistenziali, tecniche di programmazione delle attività socio assistenziali, tecniche di supporto al personale socio-assistenziale, tecniche di gestione dei gruppi di lavoro e motivazione delle risorse umane, tecniche di monitoraggio dei processi di erogazione di servizi socio-assistenziali, normativa sulle qualità del servizio socio-assistenziale, metodologie di rilevazione della soddisfazione dell’utente di servizi socio-assistenziali, nozioni di pianificazione e organizzazione di presidi socio-sanitari.
 

Capacità

 
Il Tecnico di conduzione delle strutture socio-assistenziale  deve essere in grado di pianificare le attività in relazione al servizio socio assistenziale, definire le procedure operative per le attività del servizio socio-assistenziale, stabilire turni e carichi di lavoro del personale socio-assistenziale, risolvere situazioni di emergenza del servizio socio-assistenziale, applicare tecniche di addestramento del personale, controllare il raggiungimento degli obiettivi del servizio socio-assistenziale, controllare l’economicità e la qualità degli interventi del servizio socio-assistenziale, controllare la documentazione relativa alla qualità del servizio socio-assistenziale, proporre il piano di miglioramento del servizio socio-assistenziale.